La Pace soffia forte

L’Azione Cattolica Diocesana organizza la Festa della Pace

Domenica 26 gennaio, bambini, giovani e adulti di AC, si sono incontrati ad Aquino per celebrare la Festa della Pace Interdiocesana, che rappresenta la seconda tappa nel calendario delle attività annuali dell’Azione Cattolica Italiana. Alle ore 9.00, i partecipanti all’evento, circa quattrocento, si sono incontrati in Piazza San Tommaso, dove sono stati accolti da un ricco buffet, organizzato dall’AC Aquinate, animato da balli e canti. Molto apprezzato l’intervento del Sindaco Libero Mazzaroppi, che ha sottolineato l’importanza del principio universale della Pace anche alla luce della vicina Giornata della Memoria e che ha ringraziato la presidenza di Azione Cattolica per aver scelto, come “città della pace” il suo comune. Non hanno fatto mancare le loro parole di apprezzamento e di ringraziamento per la numerosa partecipazione all’evento, il parroco Don Tommaso Del Sorbo ed il Presidente di Azione Cattolica Diocesana Antonio Accettola, che ha voluto ricordare, insieme ad alcuni suoi collaboratori, Don Pompeo Liberati e Pompeo Cancelli, due colonne portanti dell’Azione Cattolica Diocesana, che trenta anni fa vollero, per primi, organizzare la Festa della Pace Diocesana a Sora. Alle ore 10.30, i presenti sono stati salutati dal vescovo Gerardo Antonazzo, il quale richiamando l’attenzione sul significato importantissimo di questa festa, inserita nel mese che la Chiesa Cattolica dedica alla Pace, facendo riferimento al titolo della manifestazione, la pace soffia forte, ha invitato tutti i presenti ad essere un vero e proprio vento di pace, che soffiando, spazza via ogni sentimento negativo che alberga nel cuore degli uomini. Subito dopo, i presenti, hanno preso parte alla celebrazione eucaristica nella chiesa dei Santi Costanzo e Tommaso d’Aquino; la Santa Messa, è stata presieduta dal Vescovo, il quale, durante l’omelia, partendo dal celebre brano della Prima Lettera di San Paolo Apostolo ai Corinzi (12, 12-26), ha ricordato l’importanza dell’unità tra i cristiani, unità che deve superare i limiti umani della discordia e della divisione, perché come in un corpo, tutte le membra sono importanti e non possono esistere se disgregate, così la Chiesa deve essere un unico corpo organizzato e armonico.

La giornata è poi proseguita con il pranzo e, nel pomeriggio si sono svolte le attività di gruppo, con la presentazione dell’iniziativa annuale dell’Azione Cattolica in collaborazione con il Centro Sportivo Italiano, per la costruzione di centri sportivi per i bambini e i giovani di Haiti. Ispirandosi all’iniziativa annuale in collaborazione con il CSI e ad una storica trasmissione della Rai, gli organizzatori della festa, hanno voluto realizzare un pomeriggio di Giochi di Pace…senza frontiere a cui hanno preso parte tutti i presenti senza distinzione di età. I giochi, erano contrassegnati da una parola chiave, riconducibile ad uno dei sette doni dello Spirito Santo, che, come il vento della Pace, è un vento che scuote le porte e deve soffiare per farci volare in alto, come degli aquiloni spinti dallo Spirito di Dio. Complimenti a tutta la presidenza diocesana di Ac, alla presidenza di Aquino e agli educatori delle diverse parrocchie presenti, che, come sempre, con grande impegno e professionalità, hanno saputo realizzare una giornata di festa e di condivisione, unendo l’aspetto ludico a quello formativo e catechistico.

Chiara Incani

Categorie: Tutte Le Notizie,Vescovo

Tags: