A S. Elia F.R. una suggestiva Novena all’alba per l’Immacolata

A S. Elia Fiumerapido la Novena dell’Immacolata e il giorno della festa vengono celebrati in modo speciale, con una partecipazione e una fede di popolo davvero straordinarie, che fanno apparire lieve il sacrificio di alzarsi col buio e recarsi in chiesa per iniziare (alle 5 del mattino!) preghiere e canti in preparazione alla festa. Per nove giorni il popolo santeliano intero partecipa devoto alla suggestiva tradizionale Novena, nell’antica chiesa di Santa Maria La Nova, ricca di storia e di arte, in una preghiera corale in cui si uniscono Fede e memoria storica, perché fu proprio l’8 dicembre del 1943 che la cittadina fu bombardata nel secondo conflitto mondiale. Il Parroco Don Remo Marandola quest’anno si è soffermato nella riflessione su tre punti chiave: la Famiglia, il Sacerdozio e la Chiesa. Sentita e memorabile la fiaccolata del 7 dicembre, vigilia della festa, a cui, per la prima volta, ha partecipato il Vescovo Antonazzo.

Il calore e la devozione della novena alla Madonna Immacolata, svoltasi alle 5 del mattino, hanno ravvivato, anche quest’anno, la fede, la speranza cristiana nella comunità di S. Elia F. Rapido.

E’ una tradizione questa che si rinnova anno dopo anno da tempo ormai immemorabile che richiama, continuamente, fedeli da tutto il territorio.

La chiesa gremita in ogni parte dai fedeli di ogni fascia di età ha incoraggiato a  superare la tentazione della pigrizia e del tepore del letto. Commovente la preghiera innocente dei piccoli che hanno guidato il Santo Rosario accompagnati da Edmondo Mascioli. Dolci le antiche melodie dell’organo suonate dagli organisti Vincenzo Cocorocchia e Antonio Arpino, il canto degli adulti e solenne dei giovani del coro parrocchiale curato da Angela Lanni.

In tutti grandi e piccoli uno sguardo fiducioso alla Madonna del cielo per un voto di serenità e di pace, un cuore pieno di amore consolato e consolatore. La gioia dell’incontro con il pastore della Diocesi, il Vescovo Mons. Gerardo Antonazzo, si leggeva negli occhi di tutti, contenti per la sua autorevole presenza, soprattutto docili all’ascolto e ad essere guidati sulle vie del Vangelo.

La fiaccolata alle 6 del mattino il 7 dicembre, e la processione solenne, il giorno 8, con l’effigie della Madonna e di tutti i Santi venerati, hanno concluso questo tributo di canti e preghiere in onore della Madonna Immacolata e Madre e Regina di tutti i Santi.

La liturgia dell’8 dicembre è stata presieduta dal Sacerdote novello Don William Di Cicco, di S. Elia, e animata dal coro “G. Bozzelli”.

 

Maurizio Facchini

Categorie: Cervaro,Tutte Le Notizie,Vescovo

Tags: ,