14 Gennaio 2018 – 2a Domenica del Tempo Ordinario – B

Vangelo del giorno: Gv 1,35-42
Parola del giorno: “Che cosa cercate?”
 
Questa domanda infiamma il cuore dei discepoli
di ieri e di oggi.
Siamo sotto lo sguardo di Gesù, del Dio fatto uomo,
fratello, maestro, amico e guida; sposo della Chiesa
e salvatore dell’umanità.
Quando incrociamo il suo sguardo – perché tutti
possiamo ritrovarci avanti a lui, vivo fra di noi –
lasciandoci penetrare dall’Amore
donato fino al punto di farsi crocifiggere,
che cosa rispondiamo a questa sua domanda?
Noi, in realtà, cosa cerchiamo?
E se nel primo incontro può apparire facile rispondere,
perché, tutto sommato, spinti dall’entusiasmo,
non è difficile seguirlo fino alla propria abitazione,
davanti al Crocifisso, che proprio con quella scelta
ci dice e ci dimostra di averci dato tutto,
cosa rispanderemo alla domanda: “Che cosa cercate?”.
La miglior cosa è non avere fretta, ma tacere
ed aspettare che nel silenzio e nell’adorazione
lo Spirito venga a suggerirci la risposta
che, stiamone sicuri, di lì a non molto arriverà.
Per ora possiamo solamente esprimere un nostro desiderio
E presentarglielo sotto forma di preghiera:
concedici, Signore, un amore
capace di donarsi come il tuo.
 
Dal Vangelo secondo Giovanni
In quel tempo Giovanni stava con due dei suoi discepoli e, fissando lo sguardo su Gesù che passava, disse:  «Ecco l’agnello di Dio!». E i suoi due discepoli, sentendolo parlare così, seguirono Gesù. Gesù allora si voltò e, osservando che essi lo seguivano, disse loro: «Che cosa cercate?». Gli risposero: «Rabbì – che, tradotto, significa maestro –, dove dimori?». Disse loro: «Venite e vedrete».
Andarono dunque e videro dove egli dimorava e quel giorno rimasero con lui; erano circa le quattro del pomeriggio.
Uno dei due che avevano udito le parole di Giovanni e lo avevano seguito, era Andrea, fratello di Simon Pietro.
Egli incontrò per primo suo fratello Simone e gli disse: «Abbiamo trovato il Messia» – che si traduce Cristo – e lo condusse da Gesù. Fissando lo sguardo su di lui, Gesù disse: «Tu sei Simone, il figlio di Giovanni; sarai chiamato Cefa» che significa Pietro.

Categorie: Parola del Giorno,Tutte Le Notizie

Tags: