LETTERE ALLE COMUNITA’ – Dalla Lettera apostolica “Aperuit illis” di Papa Francesco, con la quale viene istituita la “Domenica della Parola”

La Bibbia non può essere solo patrimonio di alcuni e tanto meno una raccolta di libri per pochi privilegiati. Essa appartiene, anzitutto, al popolo convocato per ascoltarla e riconoscersi in quella Parola. Spesso,
si verificano tendenze che cercano di monopolizzare il testo sacro relegandolo ad alcuni circoli o a gruppi prescelti. Non può essere così.

La Bibbia è il libro del popolo del Signore che nel suo ascolto passa dalla dispersione e dalla divisione all’unità. La Parola di Dio unisce i credenti e li rende un solo popolo […].

In questa unità, generata dall’ascolto, i Pastori in primo luogo hanno la grande responsabilità di spiegare e permettere a tutti di comprendere la Sacra Scrittura. Poiché essa è il libro del popolo, quanti hanno la vocazione
di essere ministri della Parola devono sentire forte l’esigenza di renderla accessibile alla propria comunità […].

La Bibbia, pertanto, in quanto Sacra Scrittura, parla di Cristo e lo annuncia come colui che deve attraversare le sofferenze per entrare nella gloria (cfr v. 26). Non una sola parte, ma tutte le Scritture parlano di Lui. La sua morte e risurrezione sono indecifrabili senza di esse. Per questo una delle confessioni di fede più antiche sottolinea che Cristo «morì per i nostri peccati secondo le Scritture e che fu sepolto e che è risorto il terzo giorno secondo le Scritture e che apparve a Cefa» (1Cor 15,3-5).

Poiché le Scritture parlano di Cristo, permettono di credere che la sua morte e risurrezione non appartengono alla mitologia, ma alla storia e si trovano al centro della fede dei suoi discepoli […].

È profondo il vincolo tra la Sacra Scrittura e la fede dei credenti. Poiché la fede proviene dall’ascolto e l’ascolto è incentrato sulla parola di Cristo (cfr Rm 10,17), l’invito che ne scaturisce è l’urgenza e l’importanza che i credenti devono riservare all’ascolto della Parola del Signore sia nell’azione liturgica, sia nella preghiera e riflessione personali […].

La frequentazione costante della Sacra Scrittura e la celebrazione dell’Eucaristia rendono possibile il riconoscimento fra persone che si appartengono. Come cristiani siamo un solo popolo che cammina nella storia, forte della presenza del Signore in mezzo a noi che ci parla e ci nutre. Il giorno dedicato alla Bibbia vuole essere non “una volta all’anno”, ma una volta per tutto l’anno, perché abbiamo urgente necessità di diventare familiari e intimi della Sacra Scrittura e del Risorto, che non cessa di spezzare la Parola e il Pane nella comunità dei credenti. Per questo abbiamo bisogno di entrare in confidenza costante con la Sacra Scrittura, altrimenti il cuore resta freddo e gli occhi rimangono chiusi, colpiti come siamo da innumerevoli forme di cecità […].

Sacra Scrittura e Sacramenti tra loro sono inseparabili. Quando i Sacramenti sono introdotti e illuminati dalla Parola, si manifestano più chiaramente come la meta di un cammino dove Cristo stesso apre la mente e il cuore a riconoscere la sua azione salvifica. È necessario, in questo contesto, non dimenticare l’insegnamento che viene dal libro dell’Apocalisse. Qui viene insegnato che il Signore sta alla porta e bussa. Se qualcuno ascolta la sua voce e gli apre, Egli entra per cenare insieme (cfr 3,20). Cristo Gesù bussa alla nostra porta attraverso la Sacra Scrittura; se ascoltiamo e apriamo la porta della mente e del cuore, allora entra nella nostra vita e rimane con noi (cf. nn. 4-8).

…. Continua a Leggere la lettera alle comunità >> Clicca Qui <<




Conclusione mese mariano a Casalucense

Conclusione mese mariano a Casalucense

In preghiera con Maria

Il 31 Maggio, a conclusione del mese mariano, le comunità parrocchiali del comune di S.Elia F.Rapido e dei paesi limitrofi si sono radunate presso il Santuario di Casalucense per rendere omaggio alla Madonna delle Indulgenze con il canto e le preghiere.

Purtroppo l’inclemenza del tempo non ha permesso il consueto e suggestivo cammino penitenziale in compagnia del Vescovo, dei sacerdoti e dei frati francescani di Casalucense che da Olivella conduce al Santuario.

 S.E. il Vescovo, prendendo spunto dal brano del Vangelo di Luca riguardante il viaggio della Madonna per i monti della Galilea nella “visitazione” alla cugina Elisabetta, ha proposto riflessioni spirituali perché ogni credente possa generare Gesù nel grembo della Chiesa. Dietro questa visita c’è da mettere in risalto l’abbraccio di due bimbi, Gesù e Giovanni Battista, che si trovano nel grembo delle loro madri e che si salutano cordialmente. La visita di Maria non ci deve lasciare indifferenti, ma deve spronarci a migliorare sempre di più.

Infine il parroco Don Remo Marandola, dopo aver salutato la nuova amministrazione comunale augurandole di svolgere il proprio mandato per il bene assoluto di tutta la comunità santeliana, ha affidato alla Madonna delle Indulgenze il buon esito della prossima visita pastorale del nostro Vescovo Gerardo che farà in tutto il territorio diocesano, ricordando, altresì, l’evento del convegno di tutte le congreghe che si svolgerà a S.Elia Fiumerapido il prossimo 29 Settembre.

La benedizione del Vescovo alla fine della celebrazione ha confortato il proposito dei devoti a rimanere fedeli a Gesù; e questo abbiamo chiesto, nell’atto di affidamento, alla Madonna delle Indulgenze.

A conclusione di tutto alle ore 21,00 un’agape fraterna offerta dagli amici del Santuario ha rallegrato la serata con serenità ed amicizia.

            Maurizio Facchini & Simona Fiorillo

DSC00542 (FILEminimizer)
DSC00545 (FILEminimizer)
DSC00546 (FILEminimizer)
DSC00547 (FILEminimizer)
DSC00550 (FILEminimizer)
DSC00552 (FILEminimizer)
DSC00553 (FILEminimizer)
DSC00554 (FILEminimizer)
DSC00556 (FILEminimizer)
DSC00557 (FILEminimizer)
DSC00559 (FILEminimizer)
DSC00563 (FILEminimizer)
DSC00566 (FILEminimizer)
DSC00567 (FILEminimizer)
DSC00569 (FILEminimizer)
DSC00572 (FILEminimizer)
DSC00573 (FILEminimizer)
DSC00579 (FILEminimizer)
DSC00581 (FILEminimizer)
DSC00593 (FILEminimizer)

L’articolo Conclusione mese mariano a Casalucense sembra essere il primo su Diocesi Sora Cassino Aquino Pontecorvo.


Source: DIOCESISORA IT | Notizie Vescovo




Inaugurazione del Banco delle Opere di Carità di Settignano

Inaugurazione del Banco delle Opere di Carità di Settignano

Inaugurazione del Banco delle Opere di Carità di Settignano

Segno concreto di attenzione e cura

Settignano. È stato un sogno che è divenuto realtà quanto è avvenuto sabato 25 maggio in tarda mattinata a Settignano, comune di Atina. Dopo anni di impegno e perseveranza è stata inaugurata la sede del Banco delle Opere di Carità del Lazio. A moderare la semplice ma toccante cerimonia Tonino Bernardelli, il quale dopo aver brevemente introdotto il concetto di povertà e presentato la diffusione del fenomeno dati Istat alla mano, ha poi dato la parola ai presenti: al vescovo Gerardo Antonazzo, don Toma Akuino Teofilo, direttore della Caritas e Presidente del Banco, il sindaco di Atina dott. Adolfo Valente e il prof. Luigi Tamburro, che nel 1993, sull’esempio americano ha pensato di creare il Banco delle Opere di carità, un catalizzatore di tutti quegli aiuti che vanno dati a coloro che hanno bisogno di assistenza, di cui è Presidente nazionale.

È stato don Akuino, che dopo aver dato il benvenuto ai tanti presenti a testimonianza di una grande sensibilità dei volontari di vari enti, a spiegare come questa struttura sia stata un po’ “sognata insieme” al Vescovo e al prof. Tamburro. La Provvidenza di Dio ha poi voluto che la sede designata sia stata Settignano, un luogo facilmente raggiungibile. Oltre ai vari ringraziamenti a tutti coloro che hanno in qualche modo facilitato la realizzazione di questo progetto, don Akuino si è rivolto con gratitudine alla Cooperativa La Speranza, ente gestore della Caritas, alle altre cooperative e a tutti gli operatori zonali della Caritas che hanno sempre dimostrato grande disponibilità.

A prendere poi la parola è stato il sindaco di Atina, Adolfo Valente, il quale si è detto onorato di essere lì per la fondamentale importanza che riveste questa struttura, che altro non è che una consacrazione di ciò che tante associazioni fanno per essere ancora più vicino alle esigenze dei cittadini.

Toccante è stato l’intervento del prof. Luigi Tamburro, che ha sottolineato come ciò che si stava facendo altro non era che la festa di un popolo che si è formato piano piano grazie a un incontro di cuore tra tante persone. “Non sono le parole a cambiare il mondo e nemmeno le promesse, il mondo è cambiato dalle persone e dai gesti che compiono” ha detto. Il cuore è nell’incontro tra persone che, con un’umanità che va sostenuta e incoraggiata, si assumono la responsabilità di “un’impresa che fa carità”. C’è bisogno di una umanità nuova che sappia vivere davvero la carità, acquisire fiducia, reputazione, avere cura organizzativa. E qui ha sottolineato quanto davvero importante e speciale sia il ruolo dei volontari e quanto si potrebbe fare sviluppando le collaborazioni con gli enti locali.

A suggellare la manifestazione l’intervento del Vescovo Antonazzo, il quale ha esordito ricordando che ciò che fonda le motivazioni di ciò che noi facciamo sono i bisogni degli altri. “È bella la presenza dei vari sindaci e amministratori locali – ha detto – perché i poveri non li possiamo evitare, nessuno di noi può evitare i poveri, sia quelli che ci cercano ma ancor di più quelli che non ci cercano per discrezione, imbarazzo, per senso di riservatezza. Quindi questo lascia pensare che i bisogni sono molti di più di quelli che possiamo quantificare o numerare. È bello questo momento perché ci aiuta attraverso il Banco delle Opere di Carità a dare attenzione ai vari aspetti”. Il Vescovo si è ricollegato a quanto detto dal presidente Tamburro, che aveva parlato dello spreco alimentare e all’opposto della carenza di cibo, per cui il banco diventa una cerniera che risolve lo spreco e la carenza e con un incontro provvidenziale di aiuto evita il peccato dello spreco, realizzando un esercizio di carità che risponde alle carenze e colma le varie situazioni di precarietà. Don Gerardo ha poi descritto il ruolo fondamentale del volontariato nel provvedere attraverso strutture come il Banco delle Opere di Carità a quelle carenze e bisogni a cui tante volte le istituzioni non hanno saputo dare risposta. Ha poi sottolineato come il Banco abbia anzitutto il valore di segno profetico che testimonia la possibilità di agire concretamente e con una professionalità, correttezza, trasparenza, onestà di intenti. Di questi valori il Banco è stato nel corso degli anni testimone credibile, meritando la fiducia che gli è unanimemente riconosciuta.

Nell’invocare la benedizione del Signore, il Vescovo ha ricordato come l’esercizio della carità sia una delle vie maestre dell’evangelizzazione, cioè dell’annuncio di Gesù Cristo. Ciò richiede una conversione importante, cioè che si riconosca indistintamente nel volto di chiunque la presenza di Cristo, dove non ci sono né primi né ultimi, perché in tutti bisogna riconoscere la presenza del mistero di Cristo, come ricorda il Vangelo di San Matteo al capitolo 25.

La cerimonia è proseguita con la benedizione della targa con il nome e il logo del Banco, il taglio del nastro, la visita dei locali e si è conclusa con un momento di convivialità, con la condivisione di un ricco buffet preparato dai vari volontari.

Martina Torti

Settignano inaugurazione banco delle opere di carità (1)
Settignano inaugurazione banco delle opere di carità (2)
Settignano inaugurazione banco delle opere di carità (3)
Settignano inaugurazione banco delle opere di carità (4)
Settignano inaugurazione banco delle opere di carità (5)
Settignano inaugurazione banco delle opere di carità (6)
Settignano inaugurazione banco delle opere di carità (7)
Settignano inaugurazione banco delle opere di carità (8)
Settignano inaugurazione banco delle opere di carità (9)
Settignano inaugurazione banco delle opere di carità (10)
Settignano inaugurazione banco delle opere di carità (11)
Settignano inaugurazione banco delle opere di carità (12)
Settignano inaugurazione banco delle opere di carità (13)
Settignano inaugurazione banco delle opere di carità (14)
Settignano inaugurazione banco delle opere di carità (15)
Settignano inaugurazione banco delle opere di carità (16)
Settignano inaugurazione banco delle opere di carità (17)
Settignano inaugurazione banco delle opere di carità (18)
Settignano inaugurazione banco delle opere di carità (19)
Settignano inaugurazione banco delle opere di carità (20)
Settignano inaugurazione banco delle opere di carità (21)
Settignano inaugurazione banco delle opere di carità (22)
Settignano inaugurazione banco delle opere di carità (23)
Settignano inaugurazione banco delle opere di carità (24)
Settignano inaugurazione banco delle opere di carità (25)
Settignano inaugurazione banco delle opere di carità (26)
Settignano inaugurazione banco delle opere di carità (27)
Settignano inaugurazione banco delle opere di carità (29)
Settignano inaugurazione banco delle opere di carità (30)
Pastorale Digitale inaugurazione banco delle opere di carità (28)

L’articolo Inaugurazione del Banco delle Opere di Carità di Settignano sembra essere il primo su Diocesi Sora Cassino Aquino Pontecorvo.


Source: DIOCESISORA IT | Notizie Vescovo




LETTERA PASTORALE – INFINESTERRAE – “LUCE SUL MIO CAMMINO”

La Chiesa, discepola del suo Signore, è Madre di ogni battezzato e Maestra nella fede. La Chiesa che vive in Sora-Cassino-Aquino-Pontecorvo è “un solo corpo e un solo spirito, come una sola è la speranza alla quale siete stati chiamati, quella della vostra vocazione; un solo Signore, una sola fede, un solo battesimo” (Ef 4,4-5). Questa Chiesa si prende cura dei suoi figli, accompagnandoli nella crescita e nella formazione alla vita cristiana, con la tenerezza di chi comprende limiti e fragilità, e con la sollecitudine di chi incoraggia alla gioia di una vita cristiana pensata e vissuta, matura e adulta “finché arriviamo tutti all’unità della fede e della conoscenza del Figlio di Dio, fino all’uomo perfetto, fino a raggiungere la misura della pienezza di Cristo” (Ef 4,13) …[Continua a Leggere]

Scarica la lettera Pastorale completa in PDF: >> CLICCA QUI <<

Gerardo Antonazzo
Vescovo di Sora-Cassino-Aquino-Pontecorvo

 

LUCE SUL MIO CAMMINO
Parola e Discernimento

Lettera Pastorale
Itinerario di evangelizzazione
Quaresima- Pasqua 2019

Uffici: Diocesi di Sora Cassino Aquino Pontecorvo.

Indirizzo: Via XI Febbraio, n°3 – 03039 Sora (FR)
Telefono: +39 0776831082
MAIL: redazione@diocesisora.it




LETTERA PASTORALE – INFINESTERRAE N. 15 – Giovani in Famiglia: L’Orgoglio e la fatica di crescere

“Giovani del nostro tempo, volete riconoscere che Gesù è il Salvatore? È il Maestro? È il Pastore, è la guida, è l’amico della nostra vita? È Lui, e solo Lui, che conosce in profondità il nostro essere, il nostro destino (Io. 2, 25); è Lui, Lui solo che può estrarre dalla nostra oscura coscienza la nostra vera personalità (Cfr. Io. 3, 7; 4, 29; etc.); Lui, Lui solo, che autorizza con efficacia beatificante, ad aprire il dialogo trascendente col mistero religioso ed a rivolgere al Dio infinito e inaccessibile il confidente discorso di figli ad un dolcissimo e verissimo «Padre nostro», che stai nei cieli; Lui, Lui solo, diciamo, che sa tradurre il nostro rapporto religioso in rapporto sociale autentico, cioè a fare dell’amore a Dio il fondamento incomparabile e fecondo dell’amore al nostro prossimo, cioè agli uomini; e ciò tanto più, quanto più questo nostro interesse per il bene altrui è gratuito e universale, e quanto più gli uomini, ormai in Cristo qualificati fratelli, sono nel bisogno, nella sofferenza, e perfino nell’ostilità”.

… [continua a leggere]

I N F I N E S T E R R A E

Gerardo Antonazzo
Vescovo di Sora-Cassino-Aquino-Pontecorvo

GIOVANI IN FAMIGLIA:
L’ORGOGLIO E LA FATICA DI CRESCERE
Tra fede e discernimento vocazionale

Lettera pastorale
per l’anno 2018-2019
N. 15 | Settembre 2018

Scarica il PDF Completo: >> Clicca Qui <<




Agenda Pastorale del Vescovo del 1 – 5 agosto 2018

Agenda Pastorale del Vescovo del 1 – 5 agosto 2018

Agenda 1-5 agosto 2018-1

L’articolo Agenda Pastorale del Vescovo del 1 – 5 agosto 2018 sembra essere il primo su Diocesi Sora Cassino Aquino Pontecorvo.


Source: DIOCESISORA IT | Notizie Vescovo




Il Cammino Di Canneto – IV edizione

Il Cammino Di Canneto – IV edizione

Un evento-consuetudine tra arte, cultura e fede: Il Cammino di Canneto

È arrivato al sua quarta edizione, il Cammino dei Giovani a Canneto, il cui svolgimento è previsto per il prossimo mercoledì, 1 agosto.

Anche in quest’annata si prefigge l’obiettivo di valorizzare l’intera area, mirando al raggiungimento di un sistema territoriale che «recupera, valorizza e promuove, attraverso una strategia coordinata e integrata, il patrimonio religioso, storico, artistico, culturale, paesaggistico, architettonico, museale, ludico, ricettivo». L’evento – organizzato con il patrocinio dell’Ufficio pastorale per turismo, sport e pellegrinaggi e del Servizio di pastorale giovanile – invita coloro che vorranno partecipare a radunarsi di buon mattino, alle 5, presso piazza Garibaldi in Atina.

La successiva partenza, è prevista per le 5.30. Arrivo previsto, dopo aver effettuato una sosta per la colazione, alle 7.30 presso Picinisco, al Santuario di Canneto per le 11.30. A quest’ora è infatti in programma la celebrazione eucaristica alla presieduta dal vescovo Gerardo Antonazzo. Al termine, dopo il pranzo al sacco, una navetta di servizio riaccompagnerà i partecipanti a Picinisco e  ad Atina.

Cammino di Canneto - locandina

L’articolo Il Cammino Di Canneto – IV edizione sembra essere il primo su Diocesi Sora Cassino Aquino Pontecorvo.


Source: DIOCESISORA IT | Notizie Vescovo




San Donato Val di Comino: Il sacramento della “Confermazione”

Conferito il sacramento della Confermazione ai ragazzi di San Donato Val di Comino

In occasione della festività della SS.ma Trinità, 27 maggio, si è svolto ieri alle ore 18 a San Donato Val di Comino il rito della Confermazione per 17 ragazzi della comunità parrocchiale Santa Maria e San Marcello.

Una cerimonia molto sentita, presieduta da Mons. Gerardo Antonazzo e concelebrata da Don Marcello Di Camillo e dal parroco di San Donato Val di Comino don Akuino Toma Teofilo. I giovani sono stati guidati nel loro cammino di fede dai catechisti Mario Mazzola e Rachele Camilli ed hanno svolto il loro ritiro spirituale, sabato 26 maggio, nella Basilica Santuario Madonna di Canneto.

Diego Acchione
Confermazione San Donato Val Di Comino 2018 (1)Confermazione San Donato Val Di Comino 2018 (2)

Confermazione San Donato Val Di Comino 2018 (3)

Confermazione San Donato Val Di Comino 2018 (4)

Confermazione San Donato Val Di Comino 2018 (5)

Confermazione San Donato Val Di Comino 2018 (6)

Confermazione San Donato Val Di Comino 2018 (7)

Confermazione San Donato Val Di Comino 2018 (8)

Confermazione San Donato Val Di Comino 2018 (9)

L’articolo San Donato Val di Comino: Il sacramento della “Confermazione” sembra essere il primo su Diocesi Sora Cassino Aquino Pontecorvo.

Source: DIOCESISORA IT | Notizie Vescovo




Festa dell’Apparizione di San Giovanni Battista

Festa dell’Apparizione di San Giovanni Battista

Festa dell’Apparizione di San Giovanni Battista

La celebrazione religiosa è iniziata di buon mattino domenica 13 maggio, esattamente alle 4:00, nella  Basilica Cattedrale di San Bartolomeo Ap. in Pontecorvo, con il rito penitenziale. Alle 5:00 è partita la processione verso il luogo dell’apparizione, in contrada Melfi. Dopo aver percorso poco più di 5 Km, la processione si è conclusa presso la cappellina dell’apparizione, con la celebrazione della Santa Messa presieduta dal vescovo Gerardo Antonazzo.

Erano quasi le 14:00 quando il nostro santo Patrono è rientrato in Cattedrale. Dopo la benedizione impartita dal nostro parroco don Luigi Casatelli, la manifestazione si è conclusa con il tradizionale grido: «Evviva San Giovanni».

SONY DSC

SONY DSC

SONY DSC

SONY DSC

SONY DSC

SONY DSC

SONY DSC

SONY DSC

SONY DSC

 

SONY DSC

SONY DSC

SONY DSC

SONY DSC

SONY DSC

SONY DSC

SONY DSC

SONY DSC

 

L’articolo Festa dell’Apparizione di San Giovanni Battista sembra essere il primo su Diocesi Sora Cassino Aquino Pontecorvo.


Source: DIOCESISORA IT | Notizie Vescovo




Agenda Pastorale del Vescovo del 14-20 maggio 2018

Agenda Pastorale del Vescovo del 14-20 maggio 2018

14-20-maggio-2018

 

L’articolo Agenda Pastorale del Vescovo del 14-20 maggio 2018 sembra essere il primo su Diocesi Sora Cassino Aquino Pontecorvo.


Source: DIOCESISORA IT | Notizie Vescovo




Agenda Pastorale del Vescovo del 7-13 maggio 2018

Agenda Pastorale del Vescovo del 7-13 maggio 2018

Agenda 7-13 maggio 2018-1

agenda-vescovo

L’articolo Agenda Pastorale del Vescovo del 7-13 maggio 2018 sembra essere il primo su Diocesi Sora Cassino Aquino Pontecorvo.


Source: DIOCESISORA IT | Notizie Vescovo




Rosanisco: Festa della Famiglia

Festa della Famiglia

Nella Zona Pastorale di Atina

Domenica 29 aprile, presso la chiesa parrocchiale Santa Maria del Carmine di Rosanisco, le famiglie della Zona Pastorale di Atina si sono ritrovate per fare FESTA! Il pomeriggio è iniziato con un momento di preghiera presieduto dal Vescovo Mons. Gerardo Antonazzo e caratterizzato da una profonda partecipazione. Tema centrale, ovviamente, la famiglia, culla della vita e dell’amore, cellula fondamentale della società e bene prezioso per tutta la Chiesa. Le coppie si sono alternate nella lettura di brani tratti da testi biblici e discorsi di Papa Francesco, intervallata da canti e preghiere, che hanno coinvolto tutta l’assemblea. Sono stati consegnati, inoltre, gli attestati di partecipazione ai fidanzati che hanno seguito l’itinerario di fede in preparazione al matrimonio in questo anno pastorale.

Nonostante le avverse condizioni metereologiche, la Festa è continuata nei locali della parrocchia, dove si è potuto assaporare il piacere di condividere le esperienze, ascoltare della buona musica, deliziarci con del buon cibo offerto da tutti i partecipanti.

Il Gruppo Giovani parrocchiale, come sempre impegnato nell’animazione, ha regalato ai più piccoli un pomeriggio all’insegna del divertimento. Insieme, abbiamo vissuto la gioia di fare Famiglia!

Lorenza Tammelleo

Gurda le Foto: >> CLICCA QUI << – Enrico Maria Coppola

L’articolo Rosanisco: Festa della Famiglia sembra essere il primo su Diocesi Sora Cassino Aquino Pontecorvo.

Source: DIOCESISORA IT | Notizie Vescovo




Agenda Pastorale del Vescovo del 1-6 maggio 2018

Agenda Pastorale del Vescovo del 1-6 maggio 2018

Agenda Pastorale del Vescovo del 1-6 maggio 2018

L’articolo Agenda Pastorale del Vescovo del 1-6 maggio 2018 sembra essere il primo su Diocesi Sora Cassino Aquino Pontecorvo.


Source: DIOCESISORA IT | Notizie Vescovo




Agenda Pastorale del Vescovo del 19-25 marzo 2018

Agenda Pastorale del Vescovo del 19-25 marzo 2018

Agenda 19-25-marzo-2018

L’articolo Agenda Pastorale del Vescovo del 19-25 marzo 2018 sembra essere il primo su Diocesi Sora Cassino Aquino Pontecorvo.


Source: DIOCESISORA IT | Tutte le Notizie




“Rinnovamento nello Spirito”: forza e servizio del Vangelo

“Rinnovamento nello Spirito”: forza e servizio del Vangelo

Un’atmosfera di gioia e di gratitudine nello Spirito

La Diocesi ha vissuto un’intensa giornata di preghiera. Domenica 11 marzo presso la parrocchia di San Lorenzo Martire di  Isola del Liri il Rinnovamento nello Spirito Santo (RnS), ha organizzato una celebrazione per la Festa del Ringraziamento. A presiedere, il vescovo Gerardo Antonazzo, a concelebrare il parroco don Alfredo Di Stefano.

Alla luce del vangelo di Giovanni al cap. 3,14-21 in cui l’apostolo afferma: “Dio ha tanto amato il mondo da dare il Figlio Unigenito…”, Sua Eccellenza ha richiamato l’attenzione dei  presenti a riflettere sulla profondità dell’Amore divino: “Dio ha talmente amato l’umanità da donare ciò che ha di più caro, suo Figlio, l’amore di Dio, nella persona di Gesù che è l’unico Amore che conduce ad una vita pienamente felice, pur nelle prove e nelle difficoltà; questo amore non viene mai meno, anzi rimane  forte e fedele “. Ha proseguito ricordando che ogni uomo porta dentro di sé  l’impronta dell’amore unico e totale di Dio che, per mezzo dello suo Spirito, trasferisce nei cuori  la certezza di essere amati da sempre e per sempre, nonostante tutto.
 In questa occasione il Rinnovamento nello Spirito Santo, chiamato ad essere forza e servizio alla Chiesa e per la Chiesa, ha fatto memoria del 14 Marzo 2002, data in cui fu approvato lo Statuto del movimento da parte della Cei.

In un clima di comunione fraterna, tutta l’assemblea ha ricevuto dal proprio Vescovo la benedizione e parole di incoraggiamento e di speranza esortando  tutti a continuare il cammino per una rinnovata scoperta di questo Amore divino che non condanna mai, ma perdona, salva e libera.
Tutte le Comunità del RnS presenti nella  nostra Diocesi desiderano ringraziare quanti hanno  partecipato e condiviso questo momento di preghiera e di gioiosa agape fraterna.

Rosalba Rosati e Natascia Santonico

rinnovamento dello spirito (1)

????????????????????????????????????

????????????????????????????????????

????????????????????????????????????

????????????????????????????????????

????????????????????????????????????

rinnovamento dello spirito (5)

????????????????????????????????????

????????????????????????????????????

????????????????????????????????????

????????????????????????????????????

????????????????????????????????????

????????????????????????????????????

????????????????????????????????????

????????????????????????????????????

L’articolo “Rinnovamento nello Spirito”: forza e servizio del Vangelo sembra essere il primo su Diocesi Sora Cassino Aquino Pontecorvo.


Source: DIOCESISORA IT | Tutte le Notizie




[Video] Pontificale S. Tommaso D’Aquino

 

[Video] Pontificale S. Tommaso D’Aquino

Si pubblica il video del Pontificale per la festa di S. Tommaso D’Aquino svoltosi il giorno 07/03/18

 

L’articolo [Video] Pontificale S. Tommaso D’Aquino sembra essere il primo su Diocesi Sora Cassino Aquino Pontecorvo.

Source: DIOCESISORA IT | Tutte le Notizie




Aquino: i giorni di San Tommaso

 

Aquino: i giorni di San Tommaso

Storia, fede e tradizioni

Quando papa Giovanni XXII nel 1323 iscrisse San Tommaso d’Aquino nell’Albo dei Santi, a quanti obiettavano che egli non aveva compiuto grandi prodigi, né in vita né dopo morto, il papa rispose con una famosa frase: “Quante proposizioni teologiche scrisse, tanti miracoli fece”. Ma alcuni miracoli, sconosciuti ai più, Tommaso li compì.

I verbali del processo di canonizzazione di san Tommaso d’Aquino riportano – forse – il primo miracolo del santo. Nel recarsi a Lione per il Concilio indetto da Papa Gregorio X, nel 1274,  in compagnia di Fra Reginaldo, di alcuni monaci e della sorella, già malato fece sosta al Palazzo baronale di Maenza, ospite della contessa e parente Francesca d’Aquino, sposa del signore del castello, Annibaldo da Ceccano. Colto da estrema debolezza e avendo perso del tutto l’appetito, “venuta la volontà al Santo di mangiare una certa sorte di Sardella o Aringa che in Parigi si mangia e in Italia non si trova” (Flos Sanctorum di Pietro Ribadeneira, 1778), il medico per accontentarlo si recò in piazza e la prima persona che incontrò fu un pescatore, arrivato a Maenza da Terracina con un cesto di pescato diverso: allo scoprire la cesta i pesci si tramutarono miracolosamente in aringhe. Nei medaglioni del processo di canonizzazione, un frate in visita a san Tommaso testimoniò che quelle mangiate a Maenza erano aringhe fresche, che conosceva solo sotto sale per averle viste alla Curia Romana a Viterbo, e che anche Fra Tommaso, presente al castello, riconobbe per averle gustate in Francia. I giudici, evidentemente con l’acquolina in bocca, ‘Vi ricordate come le cucinarono?’ ‘Le mangiammo lesse in brodo e anche arrostite‘. Si tratta forse, non solo del primo miracolo si san Tommaso, ma della prima ricetta di una zuppa di pesce.

La leggenda narra, invece, che la famiglia di Tommaso, di ritorno dalle Crociate, prima di arrivare nella tenuta aquinate, sostò a Loreto Aprutino, ridente borgo abruzzese appartenente alla famiglia. Qui San Tommaso, ancora bambino, avrebbe compiuto il miracolo delle rose. Avendo, infatti, visto dei poveri decise di portare loro dei viveri. Il padre, che aveva visto strani atteggiamenti, gli chiese cosa avesse sotto il vestito e quando il piccolo Tommaso scoprì, invece dei viveri presi per i poveri, caddero delle rose.

Il culto e la devozione di San Tommaso si espandono non solo in Italia ma anche nel mondo, ma sono più forti e più sentiti nei suoi luoghi, nella sua terra natale, che rientra nei confini della nostra diocesi.

Ad Aquino, i solenni festeggiamenti in onore di San Tommaso d’Aquino, patrono della Diocesi di Sora-Cassino-Aquino-Pontecorvo e della Città, hanno inizio, anche quest’anno, il 26 febbraio con la solenne novena in preparazione alla festa. Il primo giorno, proprio lunedì 26 febbraio, si terrà l’ostensione della sua reliquia, venerata nella Cattedrale di Aquino, che verrà esposta prima dell’inizio della Santa Messa delle ore 17:30.

Sabato 3 marzo alle 17:00, nella suggestiva cornice della chiesa monumentale della Madonna della Libera, dove secondo la tradizione sarebbe stato battezzato lo stesso San Tommaso d’Aquino, si terrà l’ottava edizione del Premio internazionale Tommaso d’Aquino, quest’anno appannaggio di un domenicano dalla grande capacità culturale, dal 2012 Bibliotecario e archivista di Santa Romana Chiesa, massimo esponente dell’Archivio Segreto e della Biblioteca Apostolica Vaticana: S.E.R.ma l’arcivescovo Mons. Jean-Louis Bruguès. Nella stessa occasione si terrà la premiazione dei vincitori del Concorso Internazionale Veritas et Amor. Il concorso mette a disposizione dei vincitori una borsa di studio per premiare una tesi di laurea o monografia che sviluppi il pensiero di Tommaso d’Aquino anche in ambito non strettamente teologico e un’opera d’arte fatta con linguaggi classici o moderni ispirata al pensiero di Tommaso d’Aquino.

Al Concorso partecipano università e accademie d’arte di tutto il mondo.

Ospite d’onore della cerimonia sarà il Cardinale S.Em.R.ma Mons. Dominique Mamberti, Prefetto della Segnatura Apostolica, nato tra l’altro proprio il 7 marzo.

Martedì 6 marzo, dopo la celebrazione della Santa Messa prefestiva delle 17:30 in Cattedrale, si svolgerà la tradizionale accensione dei “faoni” in onore del sommo Aquinate, presso la piazzetta dei Conti d’Aquino. Una tradizione fortemente consolidata nella Città di San Tommaso che interessa anche molte altre realtà circostanti. Un insieme di colori, luci e rumori, che si alternano per tutta la Città alla vigilia della grande festa, è il denominatore comune di un’esperienza di fede unica e di devozione impari nei confronti del Dottore Angelico.

Mercoledì 7 marzo, solennità di San Tommaso d’Aquino, S. Em. R.ma Mons. Beniamino Stella, Cardinale Prefetto della Congregazione per il Clero e Presidente della Commissione Interdicasterale per la Formazione dei Candidati agli Ordini Sacri, alle 17:30, presiederà il Solenne Pontificale nella Basilica Concattedrale di Aquino, che sarà concelebrato dal Vescovo Gerardo, dai domenicani della Pontificia Università Angelicum di Roma e dai sacerdoti diocesani. Segue la Solenne Processione aux flambeaux per le vie della Città. Si conclude con la benedizione e il bacio della venerata reliquia del Dottore Angelico. La mattina saranno celebrate due Sante Messe: una alle 7:30 presieduta dall’Arciprete Parroco don Tommaso Del Sorbo e l’altra alle 10:30 presieduta da don Lorenzo Vallone.

Sabato 10 marzo, invece, si terrà l’inaugurazione della Casa di San Tommaso che, dopo molte vicissitudini, è ora sotto la gestione della Proloco aquinate che ha previsto il riuso del complesso, con un programma di valorizzazione che insieme a tutti gli obiettivi prefissati potrà realizzarsi attraverso la localizzazione di molte nuove funzioni, che si ispirano ad una condivisa vocazione culturale e coerenti con i progetti degli Enti coinvolti, in materia di promozione della cultura e di sviluppo turistico del territorio. La fruizione pubblica della Casa del Sommo Dottore della Chiesa e di tutte le attività connesse saranno garantite dalla Proloco che potrà avvalersi di personale preparato ad hoc dai funzionari del Polo Museale.

Tanti gli appuntamenti per godere pienamente le festività in onore del Sommo Dottore della Chiesa, religiosi, culturali e sociali. Proprio come Tommaso: il più santo tra i dotti e il più dotto tra i santi.

Manifesto-san-tommaso-2018

0001

Andrea Marinelli

L’articolo Aquino: i giorni di San Tommaso sembra essere il primo su Diocesi Sora Cassino Aquino Pontecorvo.

Source: DIOCESISORA IT | Tutte le Notizie




Presentazione del libro ‘Il diritto all’antiquatezza’, Castrocielo 28-2-2018, ore 17.00

 

Presentazione del libro ‘Il diritto all’antiquatezza’, Castrocielo 28-2-2018, ore 17.00

La comunità diocesana è invitata alla presentazione del libro ‘Il diritto all’antiquatezza’ di Andrea Aversano, che si terrà a Castrocielo, nell’elegante Monacato di Villa Eucheria, il giorno 28-2-2018, ore 17.00 (si raccomanda fortemente l’arrivo entro le ore 16.45). Attraverso la rilettura in chiave di filosofia del diritto del pensatore Günther Anders, sarà possibile discutere della condizione dell’uomo moderno, del cattivo uso delle tecnologie, dello stato di necessità causato dalle minacce nucleari, del ruolo concreto della teologia come messaggio fondamentale per orientare le giuste e concrete scelte dell’uomo. Il nostro diritto ad esistere e a formarci nella giustizia, la nostra libertà di scelta, oggi sembrano essere diventati una condizione tragicamente difficile. Un ‘nuovo medioevo’ tecnologicamente avanzato ci sovrasta e a questi si deve rispondere recuperando valori perduti. Attraverso le ancora attuali riflessioni di Günther Anders sarà possbile tentare di comprendere l’incastro moderno che vede la necessaria unione di: scienza, filosofia, diritto e religione. L’evento, accreditato presso l’Ordine degli Avvocati di Cassino, rilascerà crediti in materia deontologica. L’apertura dei lavori vedrà gli auterovoli saluti del Sindaco di Castrocielo, prof. Filippo Materiale e dell’Avv. Giuseppe Di Mascio, Presidente dell’Ordine degli avvocati di Cassino. Interverrà sul tema il prof. Luigi Di Santo, docente di Filosofia del diritto e Coordinatore del corso di laurea L-14 in ‘Servizi Giuridici per il Lavoro, la Pubblica Amministrazione e lo Sport’, presso l’Università degli studi di Cassino e del Lazio meridionale, oltre che Responsabile scientifico del ‘Laboratorio di Ermeneutica della Temporalità Giuridica’, presso la stessa università. Seguirà l’intervento conclusivo del Vescovo della diocesi di Sora-Cassino-Aquino-Pontecorvo, S. Ecc.za Mons. Gerardo Antonazzo, teologo specializzatosi in Scienze bibliche, la cui riflessione teologica e pastorale particolarmente si è esplicata nel rapporto dell’uomo rispetto all’ambiente che lo circonda.

Presentazione Comune di Castrocielo 'Il diritto all'antiquatezza'

L’articolo Presentazione del libro ‘Il diritto all’antiquatezza’, Castrocielo 28-2-2018, ore 17.00 sembra essere il primo su Diocesi Sora Cassino Aquino Pontecorvo.

Source: DIOCESISORA IT | Tutte le Notizie




Il “Cammino di Canneto” oggi in tv

Il “Cammino di Canneto” oggi in tv

L’emittente televisiva LAZIO TV trasmetterà un ampio servizio di Francesco Cairo

dedicato al “Cammino di Canneto”

Stasera, lunedì 19 febbraio, alle ore 20.30 e alle 24.00

Come si ricorderà, il “Cammino di Canneto” è stato fortemente voluto dal Vescovo, mons. Gerardo Antonazzo, che lanciando l’iniziativa di istituzionalizzare una antichissima e mai abbandonata tradizione di fede e di cultura, che vede coinvolte centinaia di migliaia di pellegrini provenienti da quattro regioni, Lazio, Abruzzo, Molise e Campania, volle coinvolgere le istituzioni regionali e le amministrazioni dei tanti comuni toccati dall’evento. E’ stata di recente costituita una Fondazione, il cui Presidente è il prof. Lucio Meglio e, inserendolo nel piano della Chiesa di valorizzazione del territorio, è stato formulato il Progetto Parco culturale ecclesiale “Cammino di Canneto”, di cui è referente Mons. Domenico Simeone. A tutto questo fervore di iniziative ha aderito l’Ucid, Unione Cristiana Imprenditori Dirigenti della sezione Sora-Cassino, ritenendo il progetto valido e importante sia per la Diocesi sia per gli imprenditori e per tutto il territorio.

Il “Cammino di Canneto” si propone la valorizzazione dell’intera area e pertanto mira ad un “sistema territoriale” che “recupera, valorizza e promuove, attraverso una strategia coordinata e integrata, il patrimonio religioso, storico, artistico, culturale, paesaggistico, architettonico, museale, ludico, ricettivo”.

Canneto

 

L’articolo Il “Cammino di Canneto” oggi in tv sembra essere il primo su Diocesi Sora Cassino Aquino Pontecorvo.


Source: DIOCESISORA IT | Tutte le Notizie